Quando a marzo è giunta la notizia che a causa del coronavirus, l’attività riabilitativa dell'associazione La Tartaruga sarebbe stata interrotta e che anche il gruppo di teatro, previsto per il mese di marzo a Cascina, era sospeso, i sentimenti emergenti sono stati il timore di isolamento, abbandono, solitudine.

Come affrontare il mese di marzo? Con le telefonate agli amici: Maria e Roberto, Giuliano e Maria Giulia, Sergio, Mauro e Alberta, Marcella; e ai parenti e con la lettura a due voci del romanzo "Il Grande Gualino" di G.Caponetti, che ci ha divertito molto.

Così siamo arrivati ad aprile. Marina e Ilaria organizzano per il gruppo Teatro con letture settimanali attraverso il cellulare. Da Roberto Piumini a Shakespeare sono state diverse le letture proposte!!

Arriva maggio. Ilaria e Marina hanno un'idea: utilizzare i commenti scritti da noi sul personaggio di Desdemona dell'Otello per la produzione di un video. Sgomento e curiosità, ma Marina e Ilaria, con le mascherine, vengono a casa per preparare il mio ruolo nel video. Anche Chiara Deledda ed Emanuela Castelli vengono a casa per gli esercizi di logopedia e cognitivi. L'8 giugno finalmente incontriamo a Migliarino nuovamente con i nostri fisioterapisti: Ornella, Leonardo, Simone e poi Cristina e Moira. Dulcis in fundo sabato 20 giugno ci troviamo davanti alla cinepresa, dando vita alla storia di Desdemona vista come una tela di ragno!

E allora un grazie di riconoscenza per la cura e per l'affetto dimostrati a tutti noi, procediamo tenendo la barra diritta.
Associazione La Tartaruga
Sergio